Direct Line - risparmia sulla tua assicurazione

Autor Subiect: Masina cu numar romanesc trebuie inmatriculata in maxim 1 an daca esti rezident  (Citit de 5668 ori)

pippus

  • Veteran
  • *****
  • Mesaje postate: 7482

www.poliziamunicipaleonline.it

veicolo, acquistato in un paese comunitario, introdotto in Italia (in regime di importazione definitiva).

Per i veicoli nuovi (meno di 6 mesi dalla prima immatricolazione e meno di 6000 km) l'acquirente deve pagare lVA prima dell'immatricolazione definitiva in Italia. Questi veicoli possono essere dotati di documentazione provvisoria che gli consente di circolare solo per l'esportazione.

Ø In caso contrario si deve ritenere che vi sia violazione dell'articolo 93/7 del D.lgs 30 aprile 1992, n.285 nel caso di veicoli nuovi

Ø Se non vi è stata comunicazione al PRA, entro 10 gg., dell'acquisto del veicolo si ha l'illecito amministrativo di cui all'art. 4 del R.D. 452/26

Il veicolo usato non è soggetto al pagamento dell'IVA e, se dotato delle proprie targhe originali, può circolare per un anno, altrimenti per il periodo di validità delle targhe provvisorie.

l'importazione definitiva per il codice della strada

l'articolo 132 del D.lgs 30 aprile 1992, n.285

I veicoli immatricolati all'estero e quindi dotati di targhe estere definitive (non provvisorie, in quanto tale tipo di targa viene definito nel nostro codice come targa di riconoscimento e non di immatricolazione), intestati a persone che hanno trasferito la propria residenza in Italia, una volta esperite le formalità doganali (se prescritte) o il pagamento delle imposte dovute ai sensi del D.Lgs 331/93 art 53 per i veicoli immatricolati in un paese della Comunità (se dovute), possono circolare in Italia per un periodo non superiore ad un anno.

Per il codice della strada, la circolazione oltre tale periodo, integra la violazione di cui all'articolo 132 comma 1, punita ai sensi del comma 5 con lire 121.200. Non è richiamabile l'articolo 93 del D.lgs 30 aprile 1992, n.285 neanche trascorso il termine indicato di un anno (Cass. Civ sez. I, 23 gennaio 1998, n.618)

La targa e la documentazione rimangono quelle del paese d'origine (a meno che i veicoli siano accompagnati da documentazione provvisoria, non si applica l'art. 132, ma le ipotesi precedenti) e quindi, ai fini del pagamento delle sanzioni al codice della strada si applica l'art. 207 del D.lgs 30 aprile 1992, n.285 , che prevede il pagamento in misura ridotta brevi manu.

Non è mai invocabile, da parte del residente in Italia, il regime di importazione temporanea.


deci pe scurt: esti rezident in italia = orice masina aduci devine "importazione definitiva" deci ai maxim un an ca sa o inmatriculezi, altfel intri sub incidentza articolului
la circolazione oltre tale periodo, integra la violazione di cui all'articolo 132 comma 1, punita ai sensi del comma 5 con lire 121.200.

care iti da circa 500 euri de amenda

si cum politia are dreptul sa-ti sechestreze masina pana platesti amenda, e bafta ta , in fctie de situatie.


si inca o explicatie la legea de mai sus, ptr cine crede ca poate fi jmeker

viaggiando con auto estera, se fermati si deve immediatamente pagare la contravvenzione a pena del sequestro del mezzo o della patente; premesso che, se fatto in maniera continuativa, bisognerebbe avere validi e riscontrabili motivi da esibire ad un’eventuale contestazione da parte del fisco (per esempio un’attività all’estero che comporti un’oggettiva necessità di girare con auto di registrazione estera); premesso infine che, almeno nei Paesi della UE, stanno già organizzandosi per le notifiche internazionali con validità intraeuropea

deci regulile astea sint
"norocul" e ca politia e confuza la randul ei si ca de multe ori habar nu au ce si cum

pippus

  • Veteran
  • *****
  • Mesaje postate: 7482
Conform articolului 132 din Codul Rutier italian, strãinii rezidenți în Italia pot circula cu numere strãine maximum un an în cazul în care nu au obținut încã reședința.
Amenzile pentru șoferii care nu respectã regulile impuse de statul italian referitor la înmatricularea autovehiculelor sunt de la 80 la 318 euro, dar pot duce si la confiscarea autoturismului.

http://www.patente.it/normativa/articolo-132-cds

pippus

  • Veteran
  • *****
  • Mesaje postate: 7482
 incapatzanarea asta cu masina cu nr romanesc e o prostie

- tot la 2 ani mergi in romania ptr revizie
- asig romanesti sint ieftine dar cate chestii nu-ti acopera sau de cate ori fac mofturi cand e sa dea bani. o asig decenta romaneasca e asa zisa casco care costa cam cat aia italiana
- in caz de accident : tre sa-ti repari masina in romania. in caz de ramas in strada per guasto, nu ai carro attrezzi, nu ai nimic

- in plus nu acumulezi clase de Bonus Malus desi stai aici de o viatza.
deci in loc sa ai un BM mic dupa 10 ani de italia , umbli ca vaca cu o masina romaneasca cu procura , pe numele unei rude sau alt tau dar calcand practic legea etc etc etc
Si toate astea doar ptr ca esti convins ca "din romania costa mai putin".
Aiureala totala.

Explicati-mi si mie unde e "economia" de a umbla cu o masina asigurata cu 2-300 euro din romania in loc de una asigurata 1000 euro(desi daca ajungi la bonus malus mic de fapt asigurarea e mica, exact alea 2-300 si e si decenta ) cand diferentza de pretz iti creeaza atatea alte probleme.
Daca facem conturile pe 3-4 ani plus calculam riscul real de a avea probleme neprevazute, treaba asta nu o pricep si pace
Are sens daca esti la munca in deplasare si stii ca oricum te intorci la patria muma dupa 1-2 ani. Altfel nu.


sa facem doua calcule

pai dus intors in romania : minim 400 euri numai drumul. aduna mancat, consum extra, eventual 1 motel
+ zilele ori nelucrate ori de concediu pierdut, adica in loc sa stai la Rimini cu sangria in bot umbli de nebun prin gropile Balcanilor sa-ti revizionezi mashina...
+ plata/shpaga la mecanic in romania : xxx lei ca acolo revizia nu are pretz si mecanicu nu mishca un dejet fara sa fie motivat
+ 300 circa asig nashpa Asirom
+ riscurile: de ex aici asig iti pot acoperi infortunio in caz ca te rupi la accident, iti acopera una alta extra. cu masina romaneasca tre sa mergi in romania si ptr un geam spart de marocanul care voia sa fure. sau platesti geamul din buzunar la Carglass.
----------------------
total : mie imi bate tot mia de euro.
+ riscurile reale in caz de ceva neprevazut.

plus ca ziceam, ajungi la 40 de ani , cu 10 ani de 'talia in spate dar ai tot bonus malus clasa 14 ca aia micii, ca deh, de o viata umbli cu o masina pe numele lu varu' din Buhushi...

tampeala absoluta.
« Ultima Modificare: Octombrie 12, 2011, 01:47:40 am de pippus »

Madalina_Reloaded

  • Veteran
  • *****
  • Mesaje postate: 23471
  • Frumuseţea stă în ochii celui care priveşte.
in Sicilia, niste invidiosi au dat foc masinii unei presedinte de ascociatie...acu' sta sa cerseasca cu IBAN-ul bani de masina, pen'ca face voluntariat.

PS. elimina-l pe celalalt...

pippus

  • Veteran
  • *****
  • Mesaje postate: 7482
problema

Am un amic care si-a facut asigurarea aici. Datele? El-22 ani, permis romanesc, peste 3 ani vechime de condus, clasa 13. Masina- Renault Laguna 2006, 96KW. E a doua masina pe care o cumpara in Italia.
A facut o cautare pentru asigurare prin internet sau la agentiile din oras. Pretul anual...stati sa ma asez(cand imi amintesc!!!)....2600-3900 euro. A facut-o pe un an aia de 2600 la agentia Generali. Acum studiaza trecerea cu inmatriculare-asigurare in Romania. La un sfert de pret..


raspuns

am simulat un preventivo pe genertel.it

roman, 22 ani, renault laguna 2006 1.9 diesel (deci scump), classe 13 , rezident torino.

pretz: 1788 euro, cu asis stradale + tutela legale incluse

acelasi preventivo, pe www.conte.it, laguna 1.9 station wagon 2006 bla bla = 1707 euri

spune-i amicului sa-si rafineze tehnica de cautat


si ziceam mai sus, nu e ca aici ti se fac cadouri, dar daca, judecand dupa parametrii masinii, ai 22 de ani si conduci ceea ce ptr varsta si experientza ta se numeste tanc inseamna ca iti platesti riscul. oricum, nu sint sumele gasite de tine.



p.

p.s. - cumparatul la agentie e cea mai mare prostie ptr unu care merge mai ales pe facut economie
sa-ti esplic de ce . Pretzul unei asigurari e compus din :
- 40-45% circa pretzul real al produsului
- 20-22% marginea companiei
- 20-30% margine agent . aici depinde de abilitatea de vanzare a agentului, poate sa urce si la 50%, e ca la piatza, io-ti vand portocale cu 3 euro la kil . poti cumpara de la mine sau de la vecinul , unde e 1 euro, la tine alegerea.

Deci amicul e pelican, din cei 2600 minim 4-500 e platita simpatia agentului. Tradus, banii aia nici nu ajung la Generali, se opresc in agentie

Si tot asa se explica de ce "asigurarea telefonica" e "low-cost"
Nu e low cost produsul ci se elimina o buna parte din marginea agentului + se standardizeaza castigul.

p.p.s.- cum e cu pretzu si cu truffa:
de fapt fctioneaza asa :
- poporu smechereste asigurarea cum zici tu
- asigurarea controleaza si daca nu poate contesta minciuna desi e evidenta, plateste
- de ce plateste ? ptr asigurarile sint un business, nu un cadou deci costa mai putin sa-i dau lu ala cei 3000 de euro decat sa fac un proces care ma costa mult mai mult ca sa demonstrez ca a simulat accidentul. Bine, fii sigur ca daca simularea e facuta prost sau daca din statistici rezulta ca ti se fura masina tot la 6 luni sau ai 2 incidente grave pe an, nu da nimeni banii ci se sfarseste cu denuntz
La fel de drept e ca e relativ usor sa "simulezi" un incident. Si desi asigurarea nu e proasta si stie ca dpdv statistic e imposibil sa ti se fi intamplat asta tocmai tzie si tocmai in felul ala, din motivele de mai sus va plati
Rezultatul e logica economica : creste procentul de incidente rambursate = creste pretzul riscului. Deci cine "fura" la asigurari de fapt fura de la mine si de la tine
Vezi partea buna: fara asigurari nu se misca nimic, nu sint doar business privat ci in lumea moderna sint obligatorii/indispesabile.

pippus

  • Veteran
  • *****
  • Mesaje postate: 7482
se abiti in Francia DEVI cambiare residenza e targa.
Credo che le sanzioni non siano uno scherzo.
(...)
La legge prevede che dopo 6 mesi obbligatoriamente devi cambiare residenza ed iscriverti all'estero nell'A.I.R.E., quindi con il cambio di residenza hai 6 mesi per cambiare le targhe ed immatricolarti nel paese residente (costa circa 500 euro), passati 6 mesi se te becca la polizia te fa er mazzo...

Citat
per legge dopo 6 mesi o un anno di residenza all'estero saresti obbligato a cambiare la targa..se prendi la residenza in Spagna, indipendentemente dal fatto che ti iscrivi o no all'AIRE, devi immatricolare l'auto in Spagna.

Citat
(Germania) sei obbligato, entro 6 mesi, ad immatricolare il veicolo con le targhe del paese di residenza.

DECI NU E o lege italiana antiromaneasca.

Se soggiorni in un altro paese dell'UE per meno di 6 mesi, non devi immatricolare l'automobile né pagare le relative tasse nel paese ospitante, poiché il veicolo resterà immatricolato nel paese di residenza precedente. 
Se soggiorni in un altro paese per più di 6 mesi, devi immatricolare la tua automobile in tale paese.
http://ec.europa.eu/youreurope/citizens/vehicles/registration/when-who/index_it.htm
« Ultima Modificare: Octombrie 12, 2011, 02:52:31 am de pippus »

pippus

  • Veteran
  • *****
  • Mesaje postate: 7482
problema

Pentru mine toata problema asta tot dilema ramane.
Cu toata rezidenta in Italia si masina inmatriculata in Romania, nu inteleg cum se poate aplica legea asta. In primul rand, eu pot prezenta buletinul italian, la fel de bine cum il pot prezenta si pe cel romanesc, fara a demonstra rezidenta mea in Italia. In al 2-lea rand chiar daca voi prezenta buletinul italia, pot spune foarte frumos ca masina mea abia a ajuns pe teritoriul Italiei. Sunt obligat sa fac imediat inmatricularea daca sa zicem, "ma voi intoarce cu ea inapoi in Romania in cateva luni"?


raspuns


da si nu

adica, tu arati buletinu romanesc dar

- poate ai deja carnet italian si atunci qqsa non torna
- te pot cauta oricum in ceva database residenti, daca vor

Daca arati docomentele italiane de la inceput si declari ca tocmai ti-ai adus masina si vrei sa o inmatriculezi poate fctiona

dar si la asta e cu variante. de ex, pass-ul parcheggio residenti se poate cere si ptr masini straine de proprietate
daca tu ai masina cu pass de-ala de 2-3 ani si tocmai declari la control ca ti-ai adus masina, iar e ceva ce nu e coerent..

in sfarsit, ideea e ca aici invatzam cam cum e regula , nu sugeram solutii de "lasa ba ca merge si asa" ptr ca nu ni se pare corect. riscurile si le asuma fiecare pe barba lui, de-aia sintem mari si vaccinati. dar macar te informam ca ce faci tu nu e legal (stii cum e, sint multi care habar nu au ca incalca legea... )

pippus

  • Veteran
  • *****
  • Mesaje postate: 7482
In caso di fermo di veicolo munito di targa straniera che abbia commesso un’infrazione al codice della strada il conducente puo’ effettuare immediatamente il pagamento in misura ridotta, se ammesso, ma in questo caso non potra’ successivamente proporre ricorso.

In alternativa potra’ pagare una “cauzione” pari allo stesso importo della sanzione minima qualora il veicolo sia immatricolato in uno Stato dell’UE (o comunque aderente all’accordo “sullo spazio economico europeo”), oppure pari alla meta’ della sanzione massima negli altri casi. Il pagamento della cauzione non pregiudica la possibilita’ di ricorrere, quindi e’ bene specificarlo sul verbale, nello spazio delle dichiarazioni del trasgressore.

Se non viene effettuato ne’ il pagamento in misura ridotta ne’ il versamento della cauzione, al veicolo viene applicato il “fermo amministrativo”, con la custodia in luogo autorizzato a spese del contravventore ed il divieto di utilizzazione fino al versamento di una delle somme sopra indicate.

Le stesse disposizioni di cui sopra si applicano anche ai veicoli immatricolati in Italia che siano guidati da conducenti con patente di guida rilasciata da uno Stato non dell’UE, e che non abbiano un rapporto stabile con il territorio italiano (desumibile dalla lettera di assunzione presso un’impresa o una società italiana, dalla busta paga, etc.).

In caso di mancato fermo del veicolo, invece, la notifica del verbale viene effettuata al proprietario del mezzo entro 360 giorni.
Se previsto dagli accordo tra gli stati interessati e’ possibile poi procedere all’esazione coattiva nei confronti del soggetto residente all’estero.

Fonte: Sito dell’ACI e codice della strada art.207

 

 
 
 
   
  pentru publicitate aici trimite un email la webmaster@romania-italia.net   per publicita' manda una email a webmaster@romania-italia.net